Profeta Abdia, Ebrei 11:38 e 1 Re 18:1-15

848AC-841AC Abdia; 2 Re 8:16-24 e 2 Cronache 21:1-20 viene dopo Naaman in 2 Re 5:1-27 e prima di Giona 782-753AC e scrisse il Libro di Abdia.
Il nome ebraico significa “Servo di Jah” Ci sono tredici uomini chiamati Abdia nella Bibbia.
Abdia nascose 100 profeti.

Lettura della Bibbia:

Ebrei 11:38
18 Tra le caverne e le spelonche della terra – Abdia, maggiordomo del re Ahab, nascose cento profeti nelle caverne.

e

L’incontro di Elia e di Abdia

18:1 Nell’anno terzo di Osea figlio di Ela, re di Israele, divenne re Ezechia figlio di Acaz, re di Giuda. 2 Quando egli divenne re, aveva venticinque anni; regnò ventinove anni in Gerusalemme. Sua madre si chiamava Abi, figlia di Zaccaria. 3 Fece ciò che è retto agli occhi del Signore, secondo quanto aveva fatto Davide suo antenato. 4 Egli eliminò le alture e frantumò le stele, abbattè il palo sacro e fece a pezzi il serpente di bronzo, eretto da Mosè; difatti fino a quel tempo gli Israeliti gli bruciavano incenso e lo chiamavano Necustan. 5 Egli confidò nel Signore, Dio di Israele. Fra tutti i re di Giuda nessuno fu simile a lui, né fra i suoi successori né fra i suoi predecessori. 6 Attaccato al Signore, non se ne allontanò; osservò i decreti che il Signore aveva dati a Mosè. 7 Il Signore fu con Ezechia e questi riuscì in tutte le iniziative. Egli si ribellò al re d’Assiria e non gli fu sottomesso. 8 Sconfisse i Filistei fino a Gaza e ai suoi confini, dal più piccolo villaggio fino alle fortezze.

9 Nell’anno quarto del re Ezechia, cioè l’anno settimo di Osea figlio di Ela, re di Israele, Salmanassar re di Assiria marciò contro Samaria e la assediò. 10 Dopo tre anni la prese; nell’anno sesto di Ezechia, cioè l’anno nono di Osea re di Israele, Samaria fu presa. 11 Il re d’Assiria deportò gli Israeliti in Assiria, destinandoli a Chelach, al Cabor, fiume del Gozan, e alle città della Media. 12 Ciò accadde perché quelli non avevano ascoltato la voce del Signore loro Dio e ne avevano trasgredito l’alleanza e non avevano ascoltato né messo in pratica quanto aveva loro comandato Mosè, servo di Dio.

13 Nell’anno quattordici del re Ezechia, Sennàcherib re di Assiria assalì e prese tutte le fortezze di Giuda. 14 Ezechia, re di Giuda, mandò a dire al re d’Assiria in Lachis: «Ho peccato; allontànati da me e io sopporterò quanto mi imporrai». Il re di Assiria impose a Ezechia re di Giuda trecento talenti d’argento e trenta talenti d’oro. 15 Ezechia consegnò tutto il denaro che si trovava nel tempio e nei tesori della reggia. 16 In quel tempo Ezechia staccò dalle porte del tempio del Signore e dagli stipiti l’oro, di cui egli stesso re di Giuda li aveva rivestiti, e lo diede al re d’Assiria.
1 Re 18:1-15


Altri moduli di questa unità: - Other modules in this unit: