Re Melchisedec, Genesi 14:17-24

Melchisedec era il re di Salem, nome che significa pace. Melchisedec significa il mio re è giusto.

La città di Melchisedec, Salem, significa pace.

I Gebussiti chiamarono la città Jebus; più tardi, i due nomi, Salem e Jebus furono abbinati per formare il nome Gerusalemme, che significa
abitazione di pace.

Abramo dette a Melchisedec un decimo dei beni che aveva raccolto Con questo atto, Abramo indicava che aveva riconosciuto Melchisedec
come suo alleato e adoratore del vero Dio nonché sacerdote di Dio altissimo, spiritualmente più alto dello stesso Abramo.

L’esistenza di Melchisedec dimostra che c’era altra gente oltre che Abramo, la cui famiglia serviva il vero Dio.

Lettura della Bibbia:

Melchisedec

14:17Quando Abram fu di ritorno, dopo la sconfitta di Chedorlaomer e dei re che erano con lui, il re di Sòdoma gli uscì incontro nella Valle di Save, cioè la Valle del re. 18 Intanto Melchisedek, re di Salem, offrì pane e vino: era sacerdote del Dio altissimo 19 e benedisse Abram con queste parole:
«Sia benedetto Abram dal Dio altissimo,
creatore del cielo e della terra,
20 e benedetto sia il Dio altissimo,
che ti ha messo in mano i tuoi nemici».
Abram gli diede la decima di tutto.
21 Poi il re di Sòdoma disse ad Abram: «Dammi le persone; i beni prendili per te». 22 Ma Abram disse al re di Sòdoma: «Alzo la mano davanti al Signore, il Dio altissimo, creatore del cielo e della terra: 23 né un filo, né un legaccio di sandalo, niente io prenderò di ciò che è tuo; non potrai dire: io ho arricchito Abram. 24 Per me niente, se non quello che i servi hanno mangiato; quanto a ciò che spetta agli uomini che sono venuti con me, Escol, Aner e Mamre, essi stessi si prendano la loro parte».
Genesi 14:17-24


Altri moduli di questa unità: - Other modules in this unit: